“Nero a metà”: contratti part-time e posizioni full-time fra i dipendenti delle imprese italiane

C. De Gregorio e A. Giordano

Versione integrale del n. 3/2014

Il lavoro propone una stima per il 2010 e il 2011 dell'input di lavoro non regolare dei dipendenti delle imprese italiane assunti con contratti part-time ma con posizioni lavorative effettive a tempo pieno. È stato utilizzato il campione della rilevazione delle forze di lavoro i cui microdati sono stati integrati con le informazioni contenute nelle fonti amministrative che, in maniera esaustiva, tracciano l'occupazione regolare. La stima è basata sull'analisi delle coerenze fra i contratti di lavoro part-time rilevati dalle fonti amministrative e le dichiarazioni degli intervistati. È stato stimato l'ammontare dei falsi part-time, delle ore lavorate non regolari, dell'imponibile contributivo non dichiarato, la quota delle ore retribuite "fuori busta" e di quelle non retribuite affatto. Attraverso un modello logistico sono state analizzate le caratteristiche dei lavoratori e delle imprese maggiormente associate con l'uso irregolare dei contratti di lavoro part-time e full-time.

tag:
Istat working papers, lavoro, lavoro dipendente, monte ore, occupati, part-time, retribuzioni
argomento:
Lavoro e retribuzioni
tipo di documento:
Produzione editoriale
Data di pubblicazione
26 settembre 2014
No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it