English
Euro-zone economic outlook

Euro-zone economic outlook

Nel primo trimestre del 2015 l'attività economica dell'Eurozona ha mantenuto un'intonazione positiva (+0,4%). Il prodotto interno lordo è previsto crescere allo stesso ritmo in T2 e accelerare moderatamente nella seconda parte dell'anno (+0,5% in T3 e T4) trainato principalmente dai consumi delle famiglie e dagli investimenti produttivi e, in misura più contenuta, dalla domanda estera.

La crescita media nel 2015 è attesa all'1,4%, dopo lo 0,9% del 2014. Il mercato del lavoro migliorerà gradualmente anche per una progressiva riduzione della disoccupazione. Nel corso dell'anno l'incremento dei salari insieme all'aumento dell'occupazione determineranno un incremento del potere d'acquisto delle famiglie con effetti positivi sull'attuale dinamica di consumo. Assumendo che il prezzo del petrolio rimanga intorno ai 65 dollari per barile e che il cambio dollaro/euro resti intorno a 1.12, l'inflazione si attende raggiunga progressivamente lo 0,9% nell'ultima parte dell'anno.

Questa previsione è realizzata sotto l'ipotesi che l'evoluzione della crisi greca non produca effetti significativi sulla stabilità dell'Eurozona.

Prossimo orizzonte temporale: I trimestre 2016

tag:
area euro, consumi, inflazione, investimenti, PIL, previsioni eurozona, produzione, statistica flash
argomento:
Conti nazionali, Industria e costruzioni, Prezzi
tipo di documento:
Comunicato stampa
Periodo di riferimento
II-III-IV trimestre 2015
Data di pubblicazione
07 luglio 2015
Testo integrale
(pdf 116 KB)
Contatti

Roberto Iannaccone
tel. 06.4673.7302
iannacco@istat.it

Fabio Bacchini
tel. 06.4673.7264
bacchini@istat.it

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre

No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it