Export, strategies and performance: the Made in Italy during the 2011-2013 crisis

Stefano Costa, Francesca Luchetti

Versione integrale del n. 20/2015

Negli anni 2011-13, la domanda estera ha rappresentato un fattore di traino della competitività per molte imprese della manifattura italiana.

In questo lavoro si analizza il legame tra struttura, strategie e performance delle imprese per un insieme rappresentativo di settori del modello di specializzazione italiano (abbigliamento, alimentari, arredamento, calzature, occhialeria, oreficeria), ponendo particolare attenzione alle unità che concentrano le loro esportazioni sui prodotti del
Made in Italy (Made in Italy Exporters -MIES). Per fare ciò ci si avvale di una nuova base dati che integra informazioni di differenti fonti (Censimenti, Commercio estero, Registro Asia, SBS).

I risultati principali sono due: nel periodo 2011-2013 le MIEs hanno registrato una generale tenuta delle vendite all'estero anche nel biennio di crisi, ma concentrare l'export su questi prodotti non ha preservato le imprese dal ridurre l'occupazione.

Rispetto alle altre imprese esportatrici, inoltre, le MIEs innovano di più nel prodotto e nel marketing, fanno della qualità il principale punto di forza competitivo, e soprattutto attivano reti di collaborazione produttiva molto più intense.

tag:
esportazioni, Istat working papers
tipo di documento:
Produzione editoriale
Data di pubblicazione
14 gennaio 2016
No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it