English
Real estate

Mercato immobiliare: compravendite e mutui di fonte notarile

Nel terzo trimestre 2010 le convenzioni relative a compravendite di unità immobiliari sono risultate pari a 168.933, in calo del 3,4 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Si registra, quindi, un nuovo valore negativo dopo i segnali di ripresa manifestatisi nei due trimestri precedenti, che, comunque, non avevano riportato il volume delle transazioni ai valori assunti nel 2006, cioè prima dell’avvio della fase di discesa.

Nel complesso, il numero delle compravendite stipulate nei primi nove mesi del 2010 (586.801) aumenta leggermente (+0,6 per cento) rispetto a quello registrato nello stesso periodo del 2009 (583.459).

Il 93,6 per cento delle convenzioni effettuate nel periodo considerato (158.122) riguarda immobili ad uso abitazione ed accessori, il 5,7 per cento (9.659) unità immobiliari ad uso economico. Per la prima tipologia, dopo un periodo di risalita, si rileva una diminuzione tendenziale del 2,7 per cento. Le compravendite di immobili ad uso economico, contrassegnate da una flessione pari all’11,6 per cento, accentuano invece l’andamento negativo che aveva caratterizzato anche i primi due trimestri del 2010. Si segnala, inoltre, che il numero di compravendite di immobili ad uso economico stipulate nel terzo trimestre 2010 è il più basso dal 1997.

tag:
abitazioni, atti notarili, compravendite, compravendite e mutui, giustizia, immobili, statistica flash, transazioni
argomento:
Giustizia e sicurezza
tipo di documento:
Comunicato stampa
Periodo di riferimento
III trimestre 2010
Data di pubblicazione
09 marzo 2011
Testo integrale
(pdf 177 KB)
Tavole e figure
(zip 25 KB)
Note metodologiche
(pdf 20 KB)
Contatti

Pamela Pintus
tel. 06 4673.7569
pintus@istat.it

Maria Giuseppina Muratore
tel. 06 4673.7453
muratore@istat.it

 

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre


Archivio comunicati compravendite immobiliari e mutui


No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it