Posti vacanti nelle imprese dell’industria e dei servizi – stime preliminari

L'Istat rende disponibili on line - su I.Stat, all'interno dell'argomento "Lavoro" - le stime preliminari del tasso di posti vacanti nelle imprese dell'industria e dei servizi.

Nel primo trimestre 2016, il tasso di posti vacanti destagionalizzato nel complesso delle attività economiche considerate rimane invariato allo 0,7% rispetto al trimestre precedente. Il tasso è stabile sia nell’industria sia nei servizi, rispettivamente allo 0,6% e allo 0,7%.

/it/files/2016/05/postivacanti.csv

Il tasso di posti vacanti è il rapporto percentuale fra il numero di posti vacanti e la somma di posti vacanti e posizioni lavorative occupate.

I posti vacanti misurano le ricerche di personale che alla data di riferimento (l'ultimo giorno del trimestre) sono già iniziate e non ancora concluse. Sono, infatti, quei posti di lavoro retribuiti che siano nuovi o già esistenti, purché liberi o in procinto di diventarlo, per i quali il datore di lavoro cerchi attivamente un candidato adatto al di fuori dell'impresa interessata e sia disposto a fare sforzi supplementari per trovarlo.

I dati qui presentati si riferiscono ai posti vacanti per lavoratori dipendenti nelle imprese con almeno 10 dipendenti dell'industria e dei servizi. Sono stati prodotti sulla base di due rilevazioni: quella mensile sull’occupazione, gli orari di lavoro, le retribuzioni e il costo del lavoro nelle grandi imprese, per le imprese con almeno 500 dipendenti dell'industria e dei servizi; quella trimestrale sui posti vacanti e le ore lavorate, per le imprese con 10-499 dipendenti dell'industria e dei servizi.

A partire dal primo trimestre del 2016, i dati sul tasso di posti vacanti considerano tutti i dipendenti, inclusi i dirigenti, delle imprese con almeno 10 dipendenti. Le serie per gli anni che precedono il 2016, che consideravano solo i dipendenti non dirigenti, sono state opportunamente corrette per renderle coerenti con quelle dal 2016.

Inoltre, in occasione di questa diffusione di dati, si diffondono anche le serie riviste per gli anni 2014 e 2015, sulla base delle ulteriori informazioni che si sono rese disponibili nell’ultimo anno.

Il tasso di posti vacanti può fornire, usato assieme ad altri indicatori, informazioni utili ad interpretare la congiuntura. I posti vacanti, infatti, possono dare segnali anticipatori sull’andamento del numero di posizioni lavorative occupate nel prossimo futuro.

Queste stime preliminari potranno essere riviste in occasione della pubblicazione il 9 giugno 2016 di un insieme più ampio di dati sui posti vacanti per il primo trimestre 2016.

Le prossime stime preliminari del tasso di posti vacanti nell’industria e nei servizi, riferite al secondo trimestre 2016, saranno pubblicate sempre on line a circa 45 giorni dalla fine del trimestre di riferimento.

Maggiori informazioni sulle fonti e la metodologia di produzione degli indicatori sui posti vacanti, inclusa la politica di revisione, si trovano nella nota metodologica.

tag:
disoccupati, industria, lavoro, lavoro imprese, occupati, posti vacanti
argomento:
Industria e costruzioni, Lavoro e retribuzioni, Servizi
tipo di documento:
Notizia
Periodo di riferimento
I trimestre 2016
Data di pubblicazione
12 maggio 2016
Contatti

Annalisa Lucarelli
tel. 06 4673.2311
anlucare@istat.it

Angela Golino
tel. 06 4673.2853
golino@istat.it

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre


Archivio comunicati Posti vacanti nelle imprese dell'industria e dei servizi - Stime preliminari

No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it