Disegni di legge nn. 2383, 769, 991, 1181 e 1734 in materia di Consumo del suolo

Commissioni riunite
IX Commissione "Agricoltura e produzione agroalimentare" e XIII Commissione Territorio, ambiente, beni ambientali" del Senato

Roma, 1 agosto 2016

Audizione del Presidente dell’Istituto nazionale di statistica Giorgio Alleva

In questa audizione l'Istat è chiamato a offrire un contributo conoscitivo utile alla valutazione dei disegni di legge nn. 2383, 769, 991, 1181 e 1734 recanti disposizioni in materia di contenimento del consumo del suolo.

L'Istat ha già reso nel dicembre 2013 un'audizione informale presso le Commissioni Ambiente, territorio e lavori pubblici e Agricoltura della Camera dei deputati, dove erano in discussione altre due proposte di legge in materia di valorizzazione delle aree agricole e di contenimento del consumo del suolo.

L'Istat dispone di un ampio patrimonio informativo che può contribuire alla descrizione e quantificazione dei fenomeni di interesse dei provvedimenti in esame. In linea con il lavoro presentato in occasione della precedente audizione presso la Camera, si illustrano sinteticamente alcuni elementi di metodo quali la necessità di pervenire a definizioni condivise delle differenti componenti del consumo di suolo, al fine di garantirne una misurazione che risponda ai criteri della qualità statistica, e l'opportunità di affidare ad enti terzi le attività di monitoraggio del raggiungimento degli obiettivi di riduzione del consumo di suolo previsti nei dispositivi normativi.

Inoltre, si offre un quadro informativo sul tema del consumo di suolo in Italia richiamando brevemente quanto già esposto alla Camera ed offrendo alcuni aggiornamenti resi possibili dall'attività di analisi che l'Istituto svolge regolarmente.

tag:
agricoltura, agroalimentare, ambiente, edilizia, suolo, territorio, verde urbano
argomento:
Agricoltura, Ambiente ed energia
tipo di documento:
Audizione parlamentare
Data di pubblicazione
02 agosto 2016
Testo integrale
(pdf 440 KB)
Allegato statistico
(pdf 1 MB)
No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it