Disegni di legge nn. 2494, 2241 e 2437- Contrasto alla povertà e riordino delle prestazioni sociali

XI Commissione "Lavoro, previdenza sociale" del Senato della Repubblica

Roma, 8 novembre 2016

Audizione del Presidente dell'Istituto nazionale di statistica Giorgio Alleva

In questa audizione l'Istat intende offrire un contributo utile alla discussione dei disegni di delega numeri 2494, 2241 e 2437 inerenti il contrasto alla povertà e il riordino delle prestazioni sociali.

In particolare, l'audizione si soffermerà sui DDL 2494 e 2437; mentre per quanto riguarda il DDL 2241 si rinvia all'audizione resa dall'Istat presso codesta commissione l'11 giugno del 2015 in merito alla discussione del DDL N 1670 e al commento tecnico fornito al Comitato ristretto per l’esame dei disegni di legge 1148 (e connessi) in data 8 ottobre 2015. Inoltre l'Istat ha già reso, nel marzo di quest'anno, un'audizione informale presso le Commissioni XI "Lavoro pubblico, privato" e XII "Affari sociali" della Camera dei deputati, dove era in discussione il DDL 3594 ora in esame, come DDL 2494, a codesta commissione dopo l'approvazione, con modifiche, alla Camera.

I disegni di legge delega 2494 e 2437, così come previsto dalla Costituzione (art. 76), dettano i principi generali ai quali si dovranno informare i successivi decreti legislativi e non contengono elementi sufficienti a condurre valutazioni circa il possibile impatto delle politiche proposte. In questa fase, pertanto, l'Istat ritiene utile fornire informazioni circa la dimensione e le caratteristiche delle potenziali platee di destinatari degli strumenti discussi e della spesa socio-assistenziale, rinviando a successive occasioni la possibilità di svolgere valutazioni analitiche degli effetti delle misure proposte.

tag:
disoccupazione, povertà, prestazioni sociali, protezione sociale, servizi sociali
argomento:
Condizioni economiche delle famiglie
tipo di documento:
Audizione parlamentare
Data di pubblicazione
09 novembre 2016
Testo integrale
(pdf 497 KB)
Allegato statistico
(pdf 1 MB)
No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it