Rilevazione sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nelle imprese (ICT) – Anno 2017

Che cos’è

Con la Rilevazione sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT), l’Istat raccoglie annualmente informazioni circa il grado di digitalizzazione delle imprese italiane. La rilevazione, infatti, è volta a misurare la diffusione e il grado di utilizzo delle tecnologie informatiche e della comunicazione (ad esempio Internet, banda larga, siti web), l'impatto delle nuove tecnologie nei rapporti con clienti, fornitori, il commercio elettronico. Inoltre, prevede dei moduli di approfondimento annuali che affrontano varie tematiche (come ad esempio l'utilizzo di social media, dei servizi di cloud computing, adozione di politiche di sicurezza informatica, l'analisi di big data, l'utilizzo di tecnologie rfid ecc.).

La rilevazione sulle tecnologie dell'informazione e comunicazione nelle imprese (ICT) è obbligatoria in base ai Regolamenti CE n. 808/2004 e CE n. 1006/2009 ed è condotta sulla base di criteri definitori e metodologie comuni a tutti i Paesi dell'Unione europea.

L'indagine ICT è una delle principali fonti di dati per il Digital Scoreboard che viene utilizzato dalla Commissione europea per misurare il progresso dell’economia digitale europea e contribuisce alla costruzione dell'indicatore DESI (The Digital Economy & Society Index) che sintetizza gli indicatori rilevanti sulla performance digitale in Europa.

Chi risponde

Tutte le imprese con almeno 10 addetti medi annui che, nell'anno di riferimento dell'indagine, sono attive ed esercitano l'attività economica principale in uno dei seguenti settori della classificazione Ateco 2007: manifatturiero (C); fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (D); fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento (E); costruzioni (F); commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli (G); trasporto e magazzinaggio (H); servizi di informazione e comunicazione (J); attività professionali, scientifiche e tecniche (M, salvo la divisione 75); noleggio, agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese (N); riparazione di computer e di apparecchiature per le comunicazioni (gruppo 95.1 della sezione S).

Per la parte relativa all'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT), è opportuno che venga consultato, ove esistente, un responsabile del sistema informatico o di Internet dell'impresa, o una persona che conosce i sistemi informatici utilizzati dall'impresa.

Nelle sezioni A e G vengono richiesti dati amministrativo/contabili e quindi dovrà essere coinvolto anche un responsabile dei dati contabili. Nella compilazione della sezione H dovrebbe essere coinvolto chi conosce le scelte dell'impresa in materia di digitalizzazione e, comunque, chi risponde, non deve riportare una opinione personale ma le scelte fatte e la visione dell'impresa in merito all'adozione delle tecnologie informatiche anche se queste sono state decise da altri nell'impresa oppure da un'altra impresa del gruppo di appartenenza.

Le imprese selezionate ricevono, tramite posta elettronica certificata (PEC), una lettera a firma del Presidente dell’Istat nella quale viene presentata l’indagine e vengono fornite le istruzioni per la compilazione online del questionario.

Il periodo di rilevazione

La rilevazione si svolge da maggio fino al 21 luglio 2017. I dati raccolti si riferiscono all'utilizzo delle tecnologie al momento della risposta (periodo aprile-luglio 2017), ma vengono richieste anche alcune informazioni preliminari e di bilancio riferite all'anno precedente e altre riferite a previsioni 2017-2018.

Come fornire i dati e le informazioni richieste

Per la raccolta dei dati è stato predisposto un questionario da compilare on line e da trasmettere, per via telematica, non oltre il 21 luglio 2017 al fine di consentire a questo istituto di rispettare i termini previsti dalla normativa europea per la trasmissione dei risultati a Eurostat.

Per la compilazione del questionario è necessario accedere al Portale statistico delle imprese e seguire le indicazioni fornite nella lettera informativa. Altre modalità di compilazione e restituzione del questionario non saranno considerate valide ai fini probatori.

Il questionario è articolato in 7 moduli che raccolgono 9 sezioni. Nel primo modulo vengono richieste alcune informazioni strutturali (addetti medi e fatturato), un quesito filtro che guida la prima parte del percorso del questionario e una sezione sulle competenze ICT di tipo specialistico presenti nell'impresa. Dal secondo al quinto modulo (dalla Sezione C alla G) vengono raccolte informazioni su connessione e utilizzo di Internet, condivisione automatica di informazioni all'interno dell'impresa e con altre imprese, utilizzo di tecnologie per l'identificazione e il monitoraggio a distanza, vendite e acquisti attraverso reti informatiche. La sezione H richiede informazioni sulla visione strategica dell'impresa circa le determinanti della sua trasformazione digitale. La sezione finale riguarda la compilazione del questionario (referenti dell’impresa, tempo impiegato, difficoltà incontrate).

Come consultare i risultati dell'indagine

I dati dell'indagine sono disponibili nella banca dati dell'Istat I.stat all'indirizzo http://dati.istat.it/ (Tema-Imprese e Sottotema-Società dell'informazione). Inoltre è possibile leggere il report dei risultati più recenti di indagine sul sito dell'Istat all'indirizzo: http://www.istat.it/it/archivio/194611.

Per quanto riguarda informazioni sulla rilevazione e il suo contenuto informativo, si può consultare il sistema informativo sulla qualità SIQual.

Obbligo di risposta, sanzioni

La rilevazione è prevista dal Programma statistico nazionale (cod. IST-01175) ed è quindi una rilevazione statistica di interesse pubblico. L’Istat è tenuto a svolgerla per legge.
L’obbligo di risposta è sancito dall’art. 7 del d.lgs. n. 322/1989 e successive modifiche e integrazioni, e dal D.P.R. 30 agosto 2016 di approvazione del Programma statistico nazionale 2014-2016 – Aggiornamento 2016 recante l’elenco delle rilevazioni statistiche per le quali sussiste l’obbligo per i soggetti privati di fornire i dati e le notizie che vengono loro richiesti, prorogato dal decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244, convertito con modificazioni dalla legge 27 febbraio 2017, n. 19.

Le sanzioni amministrative in caso di violazione dell'obbligo di risposta saranno applicate ai sensi degli artt. 7 e 11 del d.lgs. n. 322/1989, e del D.P.R . 30 agosto 2016 prorogato dal decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244, convertito con modificazioni dalla legge 27 febbraio 2017, n. 19.

Tutela della riservatezza

I dati raccolti nell'ambito della presente rilevazione, tutelati dal segreto statistico e, nel caso di trattamento di dati personali, sottoposti alla normativa sulla protezione di tali dati, potranno essere utilizzati, anche per successivi trattamenti, esclusivamente per fini statistici dai soggetti del Sistema statistico nazionale e potranno, altresì, essere comunicati per finalità di ricerca scientifica alle condizioni e secondo le modalità previste dall'art. 7 del Codice di deontologia per i trattamenti di dati personali effettuati nell'ambito del Sistema statistico nazionale. I medesimi dati saranno diffusi in forma aggregata, in modo tale che non sia possibile risalire ai soggetti che li forniscono o ai quali si riferiscono.

Titolare dei dati e responsabile del trattamento

Ai sensi degli artt. 28 e 29 del decreto legislativo n. 196/2003, titolare del trattamento dei dati personali raccolti con la presente indagine è l'Istat - Istituto nazionale di statistica, Via Cesare Balbo, 16 - 00184 Roma e responsabili del trattamento per l'Istat sono, per le fasi del processo statistico di rispettiva competenza, il Direttore centrale per le statistiche economiche e il Direttore centrale per la raccolta dati dell'Istat. A quest’ultimo è possibile rivolgersi per quanto riguarda l'esercizio dei diritti degli interessati.

Contatti

Eventuali richieste di chiarimento relative a problemi tecnici incontrati nell’accesso e nella navigazione del portale statistico delle imprese, o per chiarimenti relativi al questionario e alle relative modalità di compilazione, vanno inviate all’indirizzo di posta elettronica portaleimprese@istat.it, specificando nell’oggetto il codice indagine e il codice impresa. E’ possibile contattare inoltre il numero verde.

  • Numero verde: 800.961.985 dal lunedì al venerdì nelle fasce orarie 9:00-13:00 e 14:00-19:00
  • Per informazioni sui contenuti del questionario: Alessandra Nurra, Sergio Salamone, Damiana Cardoni - ict@istat.it
  • Per informazioni sulla conduzione della raccolta dati: rdc-strutturali@istat.it
tag:
ICT, ICT nelle imprese, impresa, innovazione, internet, tecnologia, telecomunicazioni
tipo di documento:
Informazioni sulla rilevazione
Data di pubblicazione
27 marzo 2018
Guida alla compilazione
(pdf 199 KB)
Lettera informativa
(pdf 261 KB)
Questionario
(pdf 668 KB)
No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it