Cnel e Istat insieme per misurare il benessere della società italiana: individuate le 12 dimensioni del benessere

Il presidente del Cnel, Antonio Marzano, e il presidente dell'Istat, Enrico Giovannini, presentano le 12 dimensioni del benessere scaturite dai lavori del Comitato di indirizzo incaricato di sviluppare una definizione condivisa del progresso e del benessere della società italiana.

L'obiettivo del Comitato, composto da rappresentati delle parti sociali e della società civile, è stato quello di sviluppare un approccio multidimensionale del "benessere equo e sostenibile" (Bes), che integri l'indicatore dell'attività economica, il Pil, con altri indicatori, ivi compresi quelli relativi alle diseguaglianze (non solo di reddito) e alla sostenibilità economica, sociale e ambientale.

L'iniziativa Cnel-Istat pone l'Italia nel gruppo dei paesi (Francia, Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Australia, Irlanda, Messico, Svizzera, Olanda) che hanno recentemente deciso di misurare il benessere e la qualità della vita della società. In tale contesto, l'Italia si dimostra all'avanguardia dato che alla selezione degli indicatori hanno partecipato direttamente rappresentanti delle parti sociali e della società civile.

Il Comitato di indirizzo ha dunque definito i 12 ambiti (domini) di maggior rilievo:

  • Ambiente
  • Salute
  • Benessere economico
  • Istruzione e formazione
  • Lavoro e conciliazione dei tempi di vita
  • Relazioni sociali
  • Sicurezza
  • Benessere soggettivo
  • Paesaggio e patrimonio culturale
  • Ricerca e innovazione
  • Qualità dei servizi
  • Politica e istituzioni

Su queste 12 dimensioni, i cosiddetti "domini" si apre oggi una fase di consultazione pubblica aperta agli esperti, alla società civile e ai singoli cittadini. L'obiettivo è di raccogliere contributi sulla natura e sull'importanza delle dimensioni del benessere rilevanti per la società italiana.

A tal fine è on line il sito www.misuredelbenessere.it, attraverso cui è possibile fornire le proprie opinioni sull'utilità di misurare il benessere e sulla scelta delle dimensioni che lo determinano. Il sito offre la possibilità di rispondere a un questionario esprimendo la propria opinione in merito alle 12 dimensioni del benessere proposte, e collaborando collaborare a un blog commentando i post o proponendo approfondimenti sull'intera problematica delle misure del benessere.

I risultati di questa consultazione verranno utilizzati per operare la scelta definitiva dei domini del "benessere equo e sostenibile", per ognuno dei quali verranno selezionati gli indicatori statistici più significativi nella realtà italiana.

In coerenza con l'iniziativa, nella prima metà del 2011, l'Istat ha inserito nella propria indagine multiscopo alcuni quesiti sull'importanza che i cittadini attribuiscono alle singole dimensioni del benessere. I risultati di tale consultazione pubblica, realizzata su un campione di 45 mila persone, vengono presentati oggi.

tag:
ambiente, benessere, bes documenti, istruzione, lavoro, reddito, salute, sviluppo sostenibile
tipo di documento:
Comunicato stampa
Data di pubblicazione
04 novembre 2011
Comunicato stampa
(pdf 187 KB)
Accordo Cnel-Istat
(pdf 373 KB)
I 12 domini
(pdf 351 KB)
Contatti

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre

No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it