Documento di Economia e Finanza 2012

Commissioni riunite:
V Commissione “Programmazione economica, bilancio” del Senato della Repubblica
V Commissione “Bilancio, tesoro e programmazione” della Camera dei Deputati

Audizione del Presidente Enrico Giovannini

Se la discussione parlamentare del Documento di Economia e Finanza presentato dal Governo rappresenta un momento fondamentale nella vita politica del Paese, l'effettiva realizzazione delle azioni in esso contenute dovrà passare per un articolato insieme di atti di natura amministrativa, normativa e politica.

Nell'attuale fase, difficile non solo sotto il profilo della congiuntura economica, ma anche per il carattere sistemico della crisi, è fondamentale che il Paese intero si riconosca nelle linee di riforma stabilite dal Parlamento, così da assicurare la necessaria coesione e continuità nell'azione del Governo e delle pubbliche amministrazioni. Per questo è indispensabile che si promuova una approfondita discussione pubblica sulle prospettive di medio termine, basata su dati statistici di qualità.

L'Istat continuerà a fornire al Governo, al Parlamento e alla società intera il proprio contributo conoscitivo, a partire dalla pubblicazione del Rapporto Annuale sulla situazione del Paese, la cui presentazione è prevista per il 22 maggio presso la Sala della Lupa di Palazzo Montecitorio. In tale occasione, peraltro, l'Istituto pubblicherà per la prima volta le proprie previsioni macroeconomiche, realizzando così il nuovo mandato ad esso assegnato dal legislatore dopo la soppressione dell'ISAE.

Vista l'imminente diffusione dei primi risultati del Censimento generale della popolazione e delle abitazioni svolto nei mesi scorsi, con grande partecipazione dei cittadini e l'utilizzo delle più avanzate tecnologie informatiche e telematiche (oltre 8,5 milioni di famiglie hanno compilato il questionario via Internet, per un totale di oltre 21 milioni di individui), vorrei richiamare l'attenzione del Parlamento sulla prospettiva futura di tale operazione, sottolineando che l'Istat e il Sistema Statistico Nazionale sarebbero in grado di passare, nel giro di qualche anno, ad un sistema di "censimento continuo" analogo a quello realizzato negli altri paesi più avanzati sul piano statistico.

tag:
commercio, consumi, finanza pubblica, inflazione, investimenti, lavoro, reddito, risparmio
tipo di documento:
Audizione parlamentare
Data di pubblicazione
24 aprile 2012
Contatti

Sportello per i giornalisti
tel. 06 4673.2243-4
contact centre
ufficiostampa@istat.it

Centro diffusione dati
tel. 06 4673.3102-3-5-6
contact centre

No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it