Indagine conoscitiva sulle prospettive di riforma degli strumenti e delle procedure di bilancio

V Commissione “Bilancio” della Camera dei Deputati

Roma, 14 luglio 2015

Audizione del Direttore Centrale della contabilità nazionale dell'Istituto nazionale di statistica Dott. Gian Paolo Oneto

I temi proposti all'attenzione e all'analisi dei partecipanti all'indagine conoscitiva sulle prospettive di riforma degli strumenti e delle procedure di bilancio coinvolgono in maniera molto specifica l'Istat, il cui compito istituzionale è essenzialmente quello di fornire informazioni di elevata qualità sulle variabili rilevanti per la misurazione della performance economica del Paese e, in particolare, per la definizione ex-post dei risultati relativi alla finanza pubblica.

Come è noto questi ultimi si sostanziano in primo luogo nelle grandezze definite all'interno del conto economico consolidato delle Amministrazioni Pubbliche. Tale conto rappresenta in forma sintetica l'insieme delle transazioni economiche effettuate nell'anno di riferimento dal complesso delle Amministrazioni Pubbliche. Esso è lo strumento che determina il principale parametro di valutazione della posizione di bilancio di un paese: il saldo o indebitamento netto delle AP.

Il conto viene definito sulla base di regole di contabilizzazione dei flussi di entrata e di uscita molto stringenti e rigorose, codificate a partire dai principi fissati dal Sistema Europeo dei Conti Nazionali (il SEC), il quale ha forza di legge europea; in particolare, con il Regolamento Ue 549/2013 è stato introdotto il SEC 2010, che costituisce l'attuale riferimento per i dati di finanza pubblica. Gli stessi principi ispirano i metodi di contabilizzazione del debito pubblico, di cui è responsabile la Banca d'Italia.

tag:
bilancio, conti, conti nazionali
argomento:
Conti nazionali
tipo di documento:
Audizione parlamentare
Data di pubblicazione
14 luglio 2015
Testo integrale
(pdf 330 KB)
No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it