Macellazione mensile e annuale del bestiame a carni rosse e bianche

Che cos'è

L'indagine sulla macellazione del bestiame a carni rosse e bianche è svolta sia mensilmente a livello campionario che annualmente a livello censuario.

Entrambe le indagini mirano a rilevare il numero di capi abbattuti, il peso vivo ed il peso morto.

L'indagine risponde al Regolamento Comunitario 1165/2008 del 19 novembre 2008 e successive modifiche e integrazioni.

I principali utenti dell'indagine sono le organizzazioni internazionali e le associazioni di categoria (Confindustria, ASSICA, ANAS ecc.). Tra gli obiettivi dell'indagine, oltre a quelli indicati dai regolamenti e dalle direttive, rientrano anche le esigenze di Contabilità Nazionale (conti economici nazionali e conto satellite dell'agricoltura).

Chi risponde

L'indagine mensile del bestiame a carni rosse si effettua su un campione di mattatoi che macellano carni rosse (circa 400 unità), estratti dalla lista di circa 1700 mattatoi acquisita ogni anno dal Ministero della Salute. Il campione è selezionato casualmente e la sua ampiezza è determinata in modo da garantire stime accurate a livello nazionale per tutte le specie considerate.

L'indagine mensile del bestiame a carni bianche si effettua su tutti i mattatoi che macellano carni bianche (circa 200 unità), estratti dalla lista acquisita ogni anno dal Ministero della Salute.

L'indagine annuale del bestiame a carni rosse segue quella mensile ma è svolta su tutti i mattatoi autorizzati, è svolta cioè a livello censuario.

Ai mattatoi viene inviata una lettera informativa a firma del Presidente dell'Istat che illustra le finalità e le modalità di esecuzione dell'indagine. I mattatoi ricevono il materiale necessario per adempiere all'obbligo informativo (questionario e istruzioni) prima che venga effettuata l'intervista.

Qual è il periodo di rilevazione

I dati dell'indagine mensile vengono raccolti nelle due ultime settimane del mese successivo a quello di riferimento; quelli dell'indagine annuale vengono raccolti invece nel mese di aprile dell'anno successivo a quello di riferimento.

Come fornire i dati e le informazioni richieste

L' indagine viene svolta con tecnica CATI e ci si avvale di una società esterna per effettuare le interviste. Gli intervistatori vengono formati ogni volta che inizia l'indagine e sono seguiti durante le interviste sia da personale ISTAT sia attraverso la supervisione della ditta stessa.

Come consultare i dati dell'indagine

I dati raccolti sono diffusi sul sito agri.istat.it.

Per quanto riguarda i metadati della rilevazione, in particolare il contenuto informativo e le attività di prevenzione, controllo e valutazione dell’errore, si può consultare il sistema informativo sulla qualità SIQual alle pagine:

Obbligo di risposta

L'indagine “Macellazione mensile del bestiame a carni rosse e bianche” (IST-00163) è prevista dal Programma statistico nazionale ed è quindi una rilevazione statistica d’interesse pubblico. L’Istat è tenuto a svolgerla per legge.

L’obbligo di risposta è sancito dall’art. 7 del d.lgs. n. 322/1989 e successive modifiche e integrazioni, e dal D.P.R. 30 agosto 2016 di approvazione del Programma statistico nazionale 2014-2016 – Aggiornamento 2016 recante l’elenco delle rilevazioni statistiche per le quali sussiste l’obbligo per i soggetti privati di fornire i dati e le notizie che vengono loro richiesti, prorogato dal decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244, convertito con modificazioni dalla legge 27 febbraio 2017, n. 19.

Tutela della riservatezza

I dati raccolti, tutelati dal segreto statistico e sottoposti alla normativa sulla protezione dei dati personali, potranno essere utilizzati, anche per successivi trattamenti, esclusivamente per fini statistici dai soggetti del Sistema statistico nazionale e potranno, altresì, essere comunicati per finalità di ricerca scientifica alle condizioni e secondo le modalità previste dall’art. 7 del Codice di deontologia per il trattamento di dati personali effettuato nell’ambito del Sistema statistico nazionale. I medesimi dati saranno diffusi in forma aggregata, in modo tale che non sia possibile risalire ai soggetti che li hanno forniti o a cui si riferiscono.

Titolare dei dati e responsabile del trattamento

Ai sensi degli artt. 28 e 29 del decreto legislativo n. 196/2003, titolare del trattamento dei dati personali raccolti con la presente indagine è l’Istat – Istituto nazionale di statistica, Via Cesare Balbo, 16 – 00184 Roma e responsabili del trattamento per l’Istat sono, per le fasi del processo statistico di rispettiva competenza, il Direttore centrale per le statistiche ambientali e territoriali e il Direttore centrale per la raccolta dati dell’Istat. A quest'ultimo è possibile rivolgersi per quanto riguarda l’esercizio dei diritti degli interessati oppure per conoscere l’elenco completo dei responsabili del trattamento dei dati personali per le attività svolte dalle società incaricate di svolgere le interviste e per quanto riguarda l’esercizio dei diritti dell’interessato (art. 7 del decreto legislativo n. 196/2003).

Contatti
Per informazioni sui contenuti dei questionari
Colomba Sermoneta
tel. 06 4673.4556
sermonet@istat.it

Per informazioni sulla conduzione della raccolta dati
Loredana De Gaetano
tel. 06 4673.4068
rdc-settoriali@istat.it

tag:
agricoltura, allevamenti, animali, aziende agricole, zootecnia
argomento:
Agricoltura
tipo di documento:
Informazioni sulla rilevazione
Periodo di riferimento
Anno 2017
Data di pubblicazione
08 giugno 2017
No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it