English
Protests

Protesti

Nel 2009 i protesti sono risultati pari a 1.570.873, registrando un aumento del 6,4 per cento rispetto all’anno precedente.

I dati evidenziano una crescita del numero dei protesti a partire dal quarto trimestre 2008, periodo in cui è stata rilevata una variazione tendenziale positiva dell’1,6 per cento per il totale del fenomeno e, in particolare, del 10,4 per cento per le cambiali ordinarie (pagherò o vaglia cambiari e tratte non accettate). Il picco è stato raggiunto nel terzo trimestre 2009, caratterizzato da un aumento tendenziale del 9,5 per cento rispetto allo stesso trimestre del 2008.

Il valore complessivo dei titoli protestati nel 2009 ammonta a 4.699.612 migliaia di euro, valore in crescita del 14,4 per cento rispetto al 2008.

Diversamente dal numero di effetti protestati, l’ammontare complessivo ha subito un aumento a partire dall’ultimo trimestre 2007, corrispondente ad un tasso tendenziale del 4,9 per cento. Nel secondo trimestre 2009, si è rilevato il massimo valore della crescita tendenziale, pari al 22,2 per cento. I suddetti aumenti sono superiori al tasso di inflazione registrato nei periodi esaminati.

Nel 2009, l’importo medio dei titoli protestati è risultato equivalente a 2.991,72 euro.

Ulteriori dati statistici sono consultabili e scaricabili dal Sistema informativo territoriale sulla giustizia.

tag:
cambiali, giustizia, protesti, titoli di credito
argomento:
Giustizia e sicurezza
tipo di documento:
Tavole di dati
Periodo di riferimento
Anni 2008-2009
Data di pubblicazione
13 maggio 2010
Nota Descrittiva
(pdf 92 KB)
Tavole
(zip 137 KB)
Indice
(pdf 57 KB)
No

Per informazioni scrivi a comunica@istat.it