Due esperienze innovative sulla formazione e sulla certificazione di qualità a confronto

La statistica ufficiale si confronta con un calo delle risorse e con una crescente richiesta di informazioni statistiche necessarie per analizzare i cambiamenti sociali ed economici. È necessario adottare buone pratiche per ottimizzare lo sforzo collettivo di sviluppo dell’informazione statistica.

Negli ultimi anni Istat ha investito nella sperimentazione di metodologie didattiche innovative, con l’obiettivo di costruire ambienti di apprendimento che facilitino la circolazione delle conoscenze attraverso un uso integrato di strumenti “tradizionali” e risorse Technology Enhanced Learning. Per questo è stata realizzata la piattaforma per la formazione statistica e sono state sperimentate alcune metodologie didattiche innovative. La piattaforma è l’architettura che ospita tali iniziative rendendo disponibili diverse opportunità conoscitive integrate tra di loro e finalizzate alla crescita professionale e allo sviluppo continuo delle conoscenze e della cultura statistica.

Gli sforzi del Comune di Firenze di dotarsi di un ufficio statistico per supportare l’azione dei decisori hanno portato al riconoscimento dell'Istat che ha certificato come il tirocinio svolto nell'UCS di Firenze nell'ambito del Curriculum universitario sulla Statistica Ufficiale (riconosciuto EMOS), sia equiparato a quello svolto presso Istat. Questa riconoscimento è frutto di un percorso nel quale è stata fondamentale la certificazione ISO 9001, ottenuta adottando i principi di gestione per la qualità.

icona-slide

Interventi:

La formazione e-learning e blended-learning in Istat attraverso la piattaforma per la formazione statistica
Tiziana Carrino, Istat

La certificazione di qualità ISO 9001 e il riconoscimento dell’European Master of Official Statistics
Gianni Dugheri, Comune di Firenze, USCI-ANCI

icona-video

icona-foto
Gallery fotografica